IL CURRICULUM VITAE

E’ un biglietto da visita che non solo illustra il tuo percorso formativo e professionale ma anche le tue aspirazioni ed interessi.

 

INDICAZIONI UTILI PER REDIGERE UN CURRICULUM VITAE

 

Un buon curriculum deve essere:

CHIARO

  • curato nell’impaginazione;                                                 
  • scritto ordinatamente;
  • con evidenziazione di paragrafi staccati e frasi
  • sottolineate in grassetto.

 

 

 FACILE DA LEGGERE

  • di stile succinto ma non stringato;
  • che invogli ad essere letto, scorrevole, diretto, con uso della prima persona.

  PRECISO

  • nelle informazioni che vengono fornite (periodi di lavoro, nomi aziende, titoli formativi);
  • concreto negli eventuali risultati raggiunti;
  • corretto, senza errori ortografici.

 

   CALIBRATO

  • personalizzato a seconda dell’azienda/ente a cui ci si rivolge e al profilo/posizione richiesti

 

Nota Bene:  Il CV va aggiornato periodicamente.

INFORMAZIONI DA FORNIRE ED IMPOSTAZIONE

  • Informazioni per farti “trovare”

E’ opportuno porre in alto a sinistra, area che è subito in evidenza al primo sguardo del selezionatore, i dati utili a farti contattare:

®    cognome e nome

®    indirizzo

®    numero di telefono e/o cellulare

®    eventuale e-mail

®    codice fiscale

 

Esperienza professionale

Solo se si tratta di una prima assunzione, cioè solo nel caso in cui tu abbia appena terminato gli studi, ti consigliamo di porre subito in evidenza la formazione, mentre negli altri casi in cui tu abbia almeno una esperienza lavorativa, dovrai inserire quella più recente nella prima parte del CV seguita dalle precedenti esperienze. Per ognuna di esse dovranno essere forniti:

o   periodo di assunzione (da .... a .....)

o   nome azienda e tipologia o settore di attività

o   qualifica o ruolo ricoperto

o   attività e responsabilità svolte

 

Formazione

Dovrai indicare i titoli di studio conseguiti e gli eventuali corsi di formazione e specializzazione:

-          Formazione scolastica/universitaria con date e titoliacquisiti (eventuali frequenze anche non     concluse se considerate significative),

-          Formazione professionale tramite specializzazioni o corsi aziendali (eventuali patentini o attestati di frequenza).

 

Competenze linguistiche e informatiche

Dovrai indicare se sono state acquisite specifiche competenze ed a quale livello tramite corsi o da

autodidatti. Dovrai citare come capitoli separati le lingue straniere e la conoscenza di programmi

informatici.

 

Attività extraprofessionali e interessi

Dovrai citare le attività extraprofessionali se arricchiscono il profilo, evidenziando conoscenze e capacità specifiche acquisite.

 

Dati generali

In questa sezione dovrai indicare le informazioni relative a data di nascita e situazione familiare.

Potrai aggiungere, oltre a citarle nella lettera di accompagnamento, disponibilità a trasferimenti, a

trasferte, alla formazione per qualificazione.

 

Privacy

Ricordati di inserire e sottoscrivere specifica autorizzazione all’utilizzo dei tuoi dati personali in

base al Decreto Legislativo 196/03.

 

https://guidacurriculumvitae.it/wp-content/uploads/2016/05/curriculum-vitae-europeo-cv-europass.jpg

MODELLI CURRICULUM VITAE "EUROPASS"

 

I curriculum europass sono strutturati in maniera che le tue capacità e competenze siano ben comprese non solo in Italia ma anche all'estero.

Le competenze linguistiche sono autocertificate grazie ad una griglia di autovalutazione

 

CURRICULUM EUROPASS

Cosa è Europass?

Se progetti di iscriverti ad un programma d'istruzione o di formazione, oppure cerchi un lavoro o vuoi fare una esperienza professionale all'estero, è importante che le tue capacità e competenze siano ben comprese.

Il Curriculum Europass è un nuovo modo per aiutarti a:

  • far capire chiaramente e facilmente le tue competenze e qualifiche in Europa (Unione europea, EFTA/SEE e paesi candidati);
  • trasferirsi ovunque in Europa.

Nella redazione di questo modello è indispensabile rispettare la struttura pre-impostata. Il CV Europass permette infatti di presentare le tue qualifiche, attitudini e competenze in modo logico, secondo il seguente schema:

o   informazioni personali;

o   descrizione dell’esperienza professionale;

o   descrizione del percorso educativo e formativo (da collocare anche prima della voce “Esperienza professionale” se quest’ultima è limitata);

o   descrizione dettagliata delle capacità e competenze, acquisite nel corso del percorso formativo, della carriera professionale o della vita quotidiana